“Bittersweet Melodies” reviewed by DLSO

cronica109-2016_520
Ran Slavin, artista multimediale israeliano, ha una carriera lunga e variegata alle spalle che lo ha portato a presentare il propri lavori nei quattro angoli del mondo, allacciando collaborazioni di tutto rispetto con altri artisti e produttori ed etichette discografiche. Dopo la pubblicazione della bellezza di undici album, uno dei capitoli fin´ora inediti del suo percorso discografico vede la luce proprio in questi giorni grazie alla label Crónica. “Bittersweet Melodies” infatti è una raccolta di dodici inediti, rispolverati e rimasterizzati per l´occasione, risalenti ai primi anni 2000 ed originariamente pensati per la pubblicazione sulla defunta Mille Plateaux. I brani sono la rappresentazione di uno stile molto personale dove l´uso apparentemente casuale di samples di respiro cinematico sconfina nel il rumorismo più astratto. Un disco eccitante e coinvolgente nella sua originalità. Tony D’Onghia

This entry was posted in Reviews and tagged , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.
  • Tags

  • Categories

  • Archives