“Lanificio Leo” reviewed by Rumore

cronica095-2015_520
Vitale e ingegnoso, il disco parla la lingua ritmica delle macchine. Novellino e Rosi ne ascoltano e registrano la voce, dediti a magnificare i suoni prodotti in questo antico stabilimento tessile nei presso di Catanzaro. Trattasi di field recordings: puri e semplici nella prima parte (testimonianza audiofila e timbrica da manuale), re-inventati in chiusura. Magnifico e intelligente, il tutto. Daniele Ferriero

This entry was posted in Reviews and tagged , , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.
  • Tags

  • Categories

  • Archives