“Positions” reviewed by Blow Up

cronica097-2015_520
Compositore olandese di buone frequentazioni, Tellina in “Positions” scrive e fa interpretare suoi brani da una serie di musicisti: trombonisti e contrabbassisti ma ache il solo pubblico catturato mentre si muove e parla. Siamo a metà tra contemporanea ed elettroacustica, cose fatte con una certa eleganza e raffinatezza (strumenti soli in lente digressioni ambientali, mix di voci, acuti e suoni sparsi, eccetera) ma lungi dal farsi ricordare in maniera particolare.
Stefano I. Bianchi

This entry was posted in Reviews and tagged , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.
  • Tags

  • Categories

  • Archives