Monty Adkins’s “Shadows and Reflections” reviewed by Music Won’t Save You


Pressoché in contemporanea con “A Year At Usher’s Hill“, il suo lavoro neoclassico-ambientale maggiormente impressionistico, Monty Adkins propone due lunghe tracce su cassetta, realizzate in sinestesia creativa con il pittore Andy Fullalove.

Come gli strati di colore danno forma a un’immagine, così l’artista inglese lungo i venti minuti ciascuna di “Sounds Of The Shadow” e di “Sounds Of The Sun” dispiega una sequenza di chiaroscuri sonori sotto forma di esili drone e risonanze incorporee. I temperati contrasti che ne risultano si soffondono nelle spire di un’ambience espansa e profondamente meditativa, propellente liquido per tutti i sensi.

via Music Won’t Save You

This entry was posted in Reviews and tagged , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.
  • Tags

  • Categories

  • Archives