“Unfurling Streams” reviewed by Dance Like Shaquille O’Neal

cronica094-2015_520
Basate sulle registrazioni di strumenti a percussione realizzate dal britannico Monty Adkins (compositore, performer e professore di musica elettronica sperimentale, co-direttore artistico del Electric Spring Festival) in collaborazione con Jonny Axelsson, le composizioni contenute in questo “Unfurling Streams” si ispirano alle liriche di E. E. Cummings: “for whatever we lose (like a you or a me), it´s always our self we find in the sea”. Ed è proprio al fluire delle correnti marine, cosi come al fluire della vita, che fanno pensare questi brani. Pura, rarefatta ambient music della migliore qualità, nel suo genere uno dei dischi più belli usciti in questa prima parte di 2015. Le foto e l´artwork di Stephen Harvey rendono il package, se possibile, ancora più desiderabile. Tony D Onghia

via Dance Like Shaquille O’Neal

This entry was posted in Reviews and tagged , , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.
  • Tags

  • Categories

  • Archives