“Unfurling Streams” reviewed by Blow Up

cronica094-2015_520
Dopo aver lavorato negli anni novanta nel campo dell’acusmatica e della sperimentazione multimediale, Monty Adkins nella scorsa decade si è avvicinato ad una formula espressiva più intimista, concentrandosi su un’idea di elettronica eterea e minimale. A questo stesso contesto appartiene la musica di “Unfurling Streams”, basata su alcune registrazioni di percussioni rielaborate elettronicamente e trasformate in volute fluttuanti di suono crepuscolare, che se talvolta sfiorano l’astrattezza dell’ambient riescono pur sempre a communicate un certo senso di apprezzabile corporeità. (6/7) Massimiliano Busti

This entry was posted in Reviews and tagged , . Bookmark the permalink. Comments are closed, but you can leave a trackback: Trackback URL.
  • Tags

  • Categories

  • Archives