“Two Novels: Gaze / In the Cochlea” reviewed by Rockerilla

Perfettamente calibrato e decisamente curato fino all’ultimo particolare, il debut album di o.blaat svela la sua dopoia anima attraverso un percorso destabilizzato ed allo stesso tempo illuminante. Opportunamente impreziosito dal geniale artwork di Helen Cho, “Two Novels” si distende su tappeti ambient dagli effetti perturbanti, esperimenti minimali dall’impatto straniante, glitch frastagliato e semi-destrutturazione. Spesso affiancata da nomi altisonanti della scena elettronica contemporanea, la newyorchese riserva la seconda parte del disco a tracce espressamente preparate per l’ascolto in cuffia, ed è qui che la ricerca del suono e la premurosa attenzione per il detaglio diventa determinante. Un’esperienza non certo inedita ma in ogni caso di alto livello, a cui si aggiunge un bonus video che sfrutta luci, effetti sonori, scritte e colori registrati durante un viaggio in treno.

Michele Casella

This entry was posted in News and tagged , . Bookmark the permalink. Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Post a Comment

You must be logged in to post a comment.

  • Tags

  • Categories

  • Archives